Categorie
KIJIOCA TV News Unbox e Game Uncategorized

Pocket Madness – UNBOXING

Giocatori:
2-4
Età:
8+
Durata:
30′
Prezzo consigliato: 18,90

Guarda il Video dell’Unboxing!

Pocket Madness ispirato ai Miti di H. P. Lovecraft!
Conoscerete antiche divinità come Shub-Niggurath, visiterete luoghi come Innsmouth ed incrocerete graziose creature come gli Shoggoth…
Pocket Madness è un rapido gioco di carte nel quale evocherete il potere dei Grandi Antichi per spingere alla follia i vostri avversari, spianando al meglio e senza troppe remore la vostra strada per la vittoria.

Il gioco di società Pocket Madness è distribuito in Italia da Mancalamaro.

Nella scatola sono presenti le seguenti carte da gioco:

70 carte: larghezza 70mm e altezza 120mm (70×120)

Hai bisogno di trovare le buste protettive per il tuo gioco preferito?

Forse puoi trovarle in questo elenco.

Categorie
News Uncategorized

DOBBLE

Giocatori:
2-8
Età
6+
Durata:
15′
Prezzo consigliato: 14,90€

Attenti alle mani!

Dobble è un gioco di carte che attira subito lo sguardo, dalla scatolina viola e gialla, alla inconsueta forma rotonda. Ed è proprio questo il fulcro del gioco: il colpo d’occhio.

Materiale

Il gioco è composto da 55 carte tonde, sulle quali sono riportate diverse immagini.
Ricordate che ognuna ha SEMPRE in comune un simbolo con tutte le altre, che può cambiare per dimensione o posizione. L’importante è essere i più rapidi a trovare il simbolo identico tra due carte, nominarlo a voce alta e poi prendere la carta, piazzarla o scartarla a seconda della modalità di gioco prescelta.
I simboli sulle carte sono fatti per essere ben riconoscibili da bambini dai 6 anni d’età in su, come igloo, ragni, la manina dobble ecc, ce ne sono però anche altri probabilmente più familiari ai “grandi” come il mirino o lo ying-yang la cui interpretazione può spesso portare a controversie non sempre pacifiche.

Meccaniche di gioco

Come ho poco fa accennato, le modalità giocabili sono 5.
Nella torre infernale, ogni giocatore pesca una carta e la mette coperta davanti a sé, mentre, al centro del tavolo e ben raggiungibile da tutti, si mette la pila con le rimanenti carte. Dal momento in cui i giocatori girano la propria carta, comincia lo scontro… attenti alle mani, perché il primo ad individuare il simbolo comune tra la propria carta e quella in cima alla pila degli scarti, preso dalla foga del momento, spesso non utilizza molta delicatezza per accaparrarsela prima che qualcun altro allunghi la propria manina. Il giocatore che si è aggiudicato la carta in cima alla pila, deve da ora far riferimento a quest’ultima per il confronto con i simboli della nuova carta sulla pila centrale. Il gioco termina quando si esauriscono le carte al centro e trionfa il giocatore che ne ha prese di più.
La seconda modalità, il pozzo, funziona esattamente al contrario, si dividono cioè le carte tra i partecipanti che dovranno scartarle individuando per primi il simbolo corrispondente tra la carta in cima alla propria pila e quella al centro del tavolo. La partita termina quando rimane un solo giocatore che non ha esaurito le proprie carte.
Nella terza modalità, ovvero quella della patata bollente, si gioca a manches e all’inizio di ognuna si assegna una carta coperta ad ogni giocatore, al via tutti girano la propria carta e ognuno cercherà di trovare il simbolo corrispondente tra la carta di fronte a sé e quella di un avversario per rifilargliela. Se un giocatore ha ricevuto diverse carte dagli altri giocatori, rifila un po’ come a rubamazzo, tutto il mazzetto all’avversario. Il numero di manches viene scelto dai partecipanti ed il perdente sarà colui che avrà più carte in mano nell’ultimo turno.
Il quarto minigioco è il “prendile tutte”, in cui viene posta al centro del tavolo una sola carta scoperta ed una coperta per ogni giocatore. Al proprio turno ogni partecipante gira la carta scoperta ed il più veloce dichiara il simbolo corrispondente ponendo la carta coperta davanti a sé. Si prosegue così fino a che non viene presa l’ultima carta scoperta. Ovviamente il vincitore è quello che ha più carte davanti a sé.
Nell’ultima variante, quella del regalo avvelenato, si presentano dinamiche simili a quelle della torre infernale, con una carta coperta per ogni giocatore e la pila di carte scoperte al centro del tavolo, al via ogni giocatore scopre la propria carta, ma questa volta il simbolo corrispondente dovrà essere individuato tra la carta di un avversario e la pila al centro, consegnandogli poi la nuova carta e modificando così i simboli di riferimento da osservare. Quando la pila centrale termina, il vincitore è colui che ha meno carte di fronte a sé.

Considerazioni

Dobble è un gioco veloce e piacevole, capace di coinvolgere dai nonni ai più piccoli, dal gruppo di bambini, a quello di adulti in attesa di un treno, di un aereo, in spiaggia o ad un picnic, grazie anche alla sua simpatica scatoletta in latta, trasportabile ovunque. Nonostante la sua semplicità, è un gioco divertente e dinamico capace di aizzare le rivalità sul tavolo di gioco, urla e manate sono un rischio del mestiere.

PRO CONTRO
-E’ un gioco dinamico, che difficilmente annoia, anche grazie alle cinque modalità di gioco diverse
-Le regole sono semplici, comprensibili da chiunque velocemente
-Alcuni simboli possono essere difficili da individuare, soprattutto da bambini piccoli.
-Le carte sono tonde e visto il dinamismo del gioco, tendono a rovinarsi, anche a causa dell’inesistenza di bustine protettive per questo formato.