Categorie
I poli opposti News Uncategorized

GATTINI ESPLOSIVI

Giocatori:
2-5
Età
7+
Durata:
15′
Prezzo consigliato: 24,90€

Gattini Esplosivi, ovvero “Perché’ quell’adorabile palla di pelo si fa le unghie su un candelotto di dinamite?”

Gattini. La seconda cosa che va per la maggiore su internet (la prima non la dico, siamo un sito per famiglie). Poche cose causano più occhiatacce e facce schifate del dire “a me non piacciono i gattini” in pubblico e fare una puzzetta in ascensore non è tra queste. Ma non si fa una ricetta per un buon gioco con un solo ingrediente, ragione per cui ecco le esplosioni, materia prima dei film d’azione da almeno 20 anni, al punto che alcuni registi basano la trama dei loro film solo sul fatto che qualcosa esplode.

Mescolate i due ingredienti assieme alla grafica ideata da uno dei più famosi fumettisti del web et voilà, ecco il gioco di carte più famoso uscito da Kickstarter.

“Mi stai dicendo che non posso coccolarlo?” (Le meccaniche)

Non lasciatevi ingannare, non è un gioco per gattare pazze, anzi… i gattini, qui, sono i nemici e vogliono farci saltare in aria! L’unica speranza di salvezza è far detonare prima gli altri giocatori fino a rimanere l’ultimo sopravvissuto. Ogni giocatore ha in mano 4 carte pescate dal mazzo e una carta che permette di disattivare i pericolosissimi felini detonanti. Dopodiché vengono inseriti a caso nel mazzo un numero di pelosi terroristi pari al numero di giocatori meno uno. Da qui in poi, è guerra, tramite l’uso di carte speciali si può saltare il turno e non pescare, costringere il giocatore seguente a pescare due volte, invertire il verso del gioco e pescare da altri giocatori. Tutto pur di evitare una morte spettacolare per mano dei piccoli aiutanti pelosi del Demonio! Anche perché una volta che si usano le carte speciali per evitare una morte fiammeggiante, queste vengono scartate, ma il gattino esplosivo NOH! Va rimesso nel mazzo, in una posizione scelta da chi l’ha appena pescato. Il che, ovviamente, fa sudare freddo il giocatore dopo, perché nulla vieta che il peloso kamikaze possa venir messo in cima alla pila.

“Cosa gli compri la cesta coi cuscini in pelle di camoscio, che dorme nei cartoni?” (I materiali)

Gattini Esplosivi fa fieramente parte di quella famiglia di giochi che potete portare con voi in ogni dove. E’ un gioco di carte a cui non serve nient’altro che un posto dove appoggiare il mazzo da cui pescare e 2 – 5 giocatori che trovino divertente cercare di farsi saltare in aria tra fusa e risate. La confezione (del Kickstarter) è una pratica scatoletta robusta che, una volta aperta… miagola! No, non sto scherzando, miagola davvero! Dentro, troviamo le carte, disegnate dall’autore di theoatmeal.com, con varie scene buffe (nella versione NSFW, varie scene buffe e disgustose) che rallegrano il gioco senza per forza essere troppo invadenti. Piccola perla, sul fondo della scatola è disegnata una lettiera. Usata.

“Game over, man! Game over!” (Considerazioni)

Mi piacciono i giochi di carte? Si. E i Gatti? Da impazzire. E le Esplosioni? Almeno 3 al giorno dopo i pasti. E i giochi che spingono a essere dei bastardi con gli altri giocatori? Mai più senza.

Che volete che vi dica? Questo gioco sfonda svariate porte aperte, con me, quindi non vi parlerò della mia opinione, ma di quella delle persone che ci hanno giocato assieme a me. Tutti lo han trovato divertente e immediato e tutti, dopo la prima partita, hanno chiesto il bis, come con la pasta al forno della nonna. Persone normalmente pacate e gentili hanno trovato il modo di usare combinazioni di carte subdole e infide per eliminare dal tavolo i loro migliori amici, gente pacata ha insultato anche lo spazzolino da denti del giocatore che l’ha fatta perdere, si son consumate vendette atroci e colpi di scena incredibili.

Insomma, in definitiva, è risultato essere un gioco gradito a tutti, come ci si può aspettare da un mix intelligente di Rubamazzo e Uno, dopotutto.

Purtroppo, la mia scarsa obiettività in tema di giochi di carte, gatti ed esplosioni, fa sì che io riesca a trovare solo un difetto in questo prodotto: non è il gioco che vi porterà via serate dietro serate. Dopo tre/quattro partite, vien voglia di fare altro, indubbiamente. Ma credo sia difficile che qualcuno dica no a una partita, magari mentre aspettate la pizza a casa di amici o in birreria, dopo il cinema.

Ora scusate, vado a controllare cosa fanno i miei gatti, non vorrei avessero preso ispirazio… KABOOM!

Enrico ” Dru ” Drusiani

PRO CONTRO
-Gattini!
-Esplosioni!
-Regole facili e immediate
-Scherzosamente malvagio
-Forse troppo semplice