Categorie
News Uncategorized

DIXIT

Giocatori:
3-6
Età
8+
Durata:
30′
Prezzo consigliato: 29,90€

Pronti ad un viaggio…mentale?

Dixit è un gioco di società atipico, di carte e narrazione, il cui
strumento principale è la fantasia del giocatore, stimolata da
splendide ed enigmatiche illustrazioni a partire dalle quali la
mente è libera di spaziare nei suoi più profondi meandri, per
creare risposte molto spesso sorprendenti.

Materiali

La confezione stessa del gioco funge da tabellone per il
punteggio, un simpatico sentiero attraverso cui si andranno a
rincorrere i 6 coniglietti in legno colorato che rappresenteranno i
giocatori. Sono contenute in questa versione del gioco 84 carte,
ognuna della quale è una vera e propria opera d’arte in
miniatura, che recano sul fronte coloratissime immagini e
nessuna scritta, di modo che i giocatori siano completamente
liberi nella loro definizione ed interpretazione.

Meccanica di gioco

Per prima cosa, ad ogni giocatore verrà assegnato un colore e il
relativo segnalino a forma di coniglio, i cartellini per il voto (pari
al numero dei partecipanti) e sei carte immagine, che andranno
reintegrate ad ogni mano del gioco.
A turno, ogni giocatore ricopre il ruolo di Narratore, deve cioè
assegnare ad una delle carte nella propria mano una frase o un
titolo che puó attingere da qualsiasi argomento, dalle favole ai
film, dalle canzoni ai libri.
Decisa la carta e dichiaratone il contenuto, il Narratore la pone a
faccia in giù sul tavolo, mentre gli altri giocatori cercano nella
propria mano un’immagine che possa ben rappresentare la
descrizione del Narratore. Dopodiché tutte le carte scelte
vengono poste a testa in giù accanto alla prima, mescolate e
girate. A questo punto i giocatori assegnano il proprio voto a
quella che pensano essere la carta del narratore, il quale, durante
il proprio turno deve limitarsi ad osservare. Il punteggio si
assegna nella seguente maniera:
-se tutti indovinano la carta del narratore o se tutti sbagliano, il
narratore fa 0 punti e gli altri giocatori 2
-il narratore e i giocatori che indovinano la sua carta ricevono 3
punti.
-ogni giocatore che riceve un voto, pur non essendo il narratore,
prende un punto per ogni preferenza che gli viene accordata.
Il gioco prosegue così alternando il turno del narratore tra i
giocatori, terminando il gioco quando il primo raggiunge il
punteggio di 30 o quando si è esaurito il mazzo delle immagini.

Considerazioni

Questo è un gioco che esce dagli schemi, talmente libero da poter
coinvolgere ogni tipo di giocatore. È certamente un gran bel gioco
da fare in famiglia, in quanto permette ai genitori ed ai figli, di
passare mezz’oretta in un clima totalmente privo di gerarchie o
giudizi, in cui i grandi hanno modo di tornare bambini, ed i piccoli
hanno modo di vedere i genitori sotto una luce ben lontana dalle
regole e la convivenza quotidiana.
Trovo sia anche un ottimo modo per conoscere i propri amici, i
significati da loro assegnati alle carte, possono sorprenderci, e
rivelarci molto sulla loro personalità o quanto possa passargli per
la mente.

PRO CONTRO
-E’un gioco diverso dal solito
-Il gioco si presta a variazioni, si può fare una partita a tema
cinematografico, musicale..
-E’ un gioco che stimola il dialogo
-Il meccanismo di assegnazione del punteggio è un po'
macchinoso, e non di immediata comprensione